A Bolzano la prima Instagramers Academy

Sabato 2 marzo 2020, in un momento storico colmo di incertezza i social generano socialità! Si apre a Bolzano, con il tutto esaurito, il primo appuntamento del ciclo Instagramers Academy organizzate da Instagramers Italia per promuovere l’utilizzo consapevole di Instagram.

La community, che da anni si occupa della valorizzazione del patrimonio culturale e turistico del nostro Paese, con più di 70 realtà attive sul territorio italiano, ha dato il via a un percorso di promozione dell’utilizzo consapevole di Instagram e della fotografia mobile.

Ricordiamo l’80% di ciò che vediamo e solo il 20% di ciò che leggiamo.

Il primo corso gratuito e rivolto a tutti gli interessati a comprendere e sfruttare consapevolmente le potenzialità di Instagram è stato possibile grazie la preziosa collaborazione con DRIN, il nuovissimo spazio co-working della Provincia di Bolzano pensato per giovani creativi che intendono fare rete, stringere collaborazioni e intraprendere percorsi di sviluppo d’impresa nell’ambito della produzione culturale e creativa.
«Le attività formative della Instagramers Academy sono e saranno una componente fondamentale della strategia dell’associazione» – dichiara il neopresidente dell’Associazione Orazio Spoto, esperto di progetti digitali dal 2000 – «Siamo già al lavoro per organizzare i prossimi appuntamenti della Academy e lo faremo con la collaborazione di numerosi musei pubblici e privati in Italia. Crediamo e soprattutto facciamo rete unendo le forze».
Ma le iniziative dell’Associazione, non si chiudono qui, e oltre a consolidare importanti partnership con eventi nel settore della fotografia e dei social network (prima fra tutti la collaborazione con il progetto Parole Ostili, per la consapevolezza del linguaggio utilizzato sui social network) si stanno programmando eventi di portata nazionale con l’impegno a potenziare la community attraverso eventi offline in cui gli utenti, uscendo dagli schemi dei loro smartphone, si incontrano anche di persona.

Potete scaricare qui il comunicato stampa originale. Foto del post di wanderlustinguys

Rassegna stampa:

Articolo su il Dolomiti